Come-pagare-il-10-per-cento-di-tasse

Agli utenti di Adobe Flash Player, scoperto un nuovo bug

Un nuovo bug è stato rilevato su Adobe Flash Player, a seguito del rilascio, circa 4 settimane fa, di un pacchetto di aggiornamento.

Questo problema riguarda potenzialmente tutti gli utenti di Adobe Flash, comprendendo quindi gli utenti che hanno installato i S.O. Windows, Mac, Linux, Google Chrome e Android, oltre naturalmente agli utilizzatori di Adobe Reader e Acrobat.
Nello specifico, le versioni a rischio sono:

- Flash Player 10.2.153.1 e precedenti versioni per Windows, Mac , Linux, Solaris.

- Adobe Flash Player 10.2.154.25 e precedenti versioni per Chrome.

- Adobe Flash Player 10.2.156.12 e precedenti versioni per Android.

- Adobe Reader e Acrobat X (10.0.2) e precedenti versioni (10.x e 9.x) per i sistemi operativi Windows e Macintosh.

La Adobe si è prontamente attivata confermando la criticità ed invitando gli utenti ad effettuare l’aggiornamento, da quando sarà reso disponibile, al più presto.
Il bug può essere sfruttato da file flash nascosti in documenti word, facilmente inviabili sotto forma di allegati di posta elettronica.

Purtroppo non esiste ancora un modo per evitare il problema. In attesa dell’aggiornamento programmato da Adobe si avvisa di fare particolare attenzione agli allegati ricevuti via mail, in particolare da utenti sospetti o sconosciuti. Si suggerisce, in questi casi, di salvare i file ricevuti sul proprio PC e aprirli tramite un editor online (come Google Docs).

Attualmente Adobe Reader e Acrobat X non dovrebbero essere particolarmente vulnerabili a questo tipo di attacco (anche se il rischio comunque sussiste), dato che questi software adottano una modalità protetta (Protected Mode).
Il rilascio dell’aggiornamento da parte di Adobe è programmato per il 14 giugno.
Per maggiori informazioni è possibile visualizzare il report diffuso dalla Casa madre a questo indirizzo:

http://www.adobe.com/support/security/advisories/apsa11-02.html

Per gli utilizzatori di Google Chrome si ricorda che non sarà necessario fare il download dell’aggiornamento dal sito ufficiale in quanto, essendo il programma integrato direttamente nel browser, l’aggiornamento sarà proposto direttamente durante l’uso del software stesso.

Post Tagged with

    No comments to display