Come-pagare-il-10-per-cento-di-tasse

Allarme virus della polizia e del ministero dell’ Interno, come ripristinare il PC

E’ nuovamente allarme nazionale per il nuovo virus, che sta colpendo migliaia di utenti in tutta Italia.

Virus Polizia Ministero internoIl virus, ennesima evoluzione dell’ormai famoso malware Ransomware (del quale abbiamo elaborato un elenco cronologico, per il quale troverete il link a fondo pagina, contenente tutti i virus di classe “Ransomware” e le modalità di ripristino del sistema operativo del PC infetto).

Come si presenta il virus: si presenta bloccando il sistema operativo del PC all’avvio e facendo comparire una schermata in cui compaiono tre loghi insieme, quello della Polizia di Stato, quello della Polizia delle Comunicazioni (con la scritta ” C.N.A.I.P.C. “, che starebbe per ” Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche “) e, novità delle novità, quello del Ministero dell’ Interno.

Data la presenza del Ministero dell’ Interno ci eravamo posti un inquietante interrogativo: ” l’iniziativa farà parte di una delle tante manovre del governo Monti, per spremere gli ultimi euro rimasti agli italiani ” ???
Ebbene, sembra che questa volta Monti non centri niente!

Battute a parte, consigliamo a tutti coloro che si ritrovano con questa spiacevole sorpresa, innanzitutto DI MANTENERE LA CALMA: non si tratta assolutamente di Polizia o Ministero, SIETE SOLAMENTE VITTIME DELL’ENNESIMO TENTATIVO DI TRUFFA.
Per cui ci raccomandiamo ASSOLUTAMENTE DI NON PAGARE!

In caso di necessità potete contattare il nostro Servizio Tecnico chiamando il 333.2693759 (dalle 8.00 alle 20.00).
Il Servizio è a pagamento, ad un costo variabile da € 10 + Iva (per la richiesta di informazioni e suggerimenti sulla procedura da adottare) a 25 euro + Iva (in caso di intervento di ripristino on line completo).

E, possibilmente, di leggere questo articolo, prima di chiamarci spaventati!

La situazione di chi ha a che fare con questo virus ci viene descritta da un nostro visitatore in questo modo: “…se provo ad avviare in modalità provvisoria il computer va in loop (riparte sempre dalla schermata dell’avvio in modalità provvisoria), il virus sul mio pc ha il logo della polizia di stato, quello della polizia delle comunicazioni (con la scritta: Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche) e quello del ministero dell’interno…”

Dato il consistente numero di segnalazioni abbiamo iniziato a lavorare sulle soluzioni per eliminare questo virus. Continuiamo a chiamarlo così anche se in realtà, come già detto, si tratta di un malware. Ma chiamandolo ” virus ” riusciamo a farci comprendere meglio dai lettori del nostro Blog.

Nell’affrontare il problema, cioè quello di trovare una soluzione per evitare di dover riformattare il PC (vi ricordiamo che, se avete una copia di back up dei vostri dati importanti, nella peggiore delle ipotesi dovrete riformattare il PC e tutto sarà comunque risolto), abbiamo fatto esperienza sulle diverse situazioni che ci si presentavano.
E abbiamo accertato che le procedure da adottare sono differenti, in funzione del tipo di Sistema operativo installato sul PC e della sua versione.
Detto in sintesi, a seconda che abbiate Windows XP, Vista o Windows 7 le soluzioni sono diverse.
E le stesse hanno un’altra variabile: la versione del Sistema operativo che state usando.
Quindi fra due differenti versioni di Windows 7 non è detto che la soluzione sia la medesima.

Vediamo ora una analisi della situazione in funzione del Sistema operativo stesso.

Windows XP
E’ il più penalizzante e contro il quale c’è ben poco da fare. Solo con alcune rare versioni di Windows XP l’intervento è andato a buon fine!
Potete provare ad avviare il PC in modalità provvisoria con rete, seguendo questa procedura:
- spegnete il PC (con il tasto reset o, in alternativa, tenendo premuto il tasto di accensione finchè il PC non si spegne);
- riavviate il PC (ricliccando sul tasto di accensione) e premete ripetutamente il tasto F8.
Se il PC accede alla schermata delle funzionalità di avvio selezionate il “Ripristino della configurazione” e lasciate pazientemente che il computer svolga il comando.
Se invece il PC non accede alla schermata, oppure non dà alcun segno di reazione o, ancora, entra in “loop” continuando ad effettuare il caricamento, la situazione è pessima: non vi rimane che fare questo tentativo, prima di procedere alla formattazione del disco rigido con reinstallazione del sistema operativo: ripetere la procedura dall’inizio dopo aver scollegato il collegamento ad internet (ovvero staccando il cavo di rete LAN o spegnendo il tasto del collegamento alla rete Wireless se avete un notebook che ne è dotato).
Se la procedura riesce dovete proseguire dal punto sottostente a proposito di Malwarebytes (clicca su MALWAREBYTES per scaricare il software).

Windows VISTA
Ecco la procedura da seguire:
- in fase di avvio del PC premete ripetutamente F8 e, una volta che vi compare la schermata con le diverse opzioni, cercate e selezionte la funzione di “ripristino del computer”.
Se la vostra versione di VISTA non contempla questa opzione le possibilità di ripristino sono alquanto scarse, sarete quasi sicuramente costretti a procedere alla formattazione.
Potete fare un ultimo tentativo ripetendo la procedura dopo aver scollegato il PC da internet (vedere a questo proposito quanto abbiamo anticipato a proposito di Windows XP).
Anche in questo caso, se l’intervento va a buon fine, vi consigliamo di scaricare, installare edd effettuare una scansione con Malwarebytes (clicca su MALWAREBYTES per scaricare il software).

Windows 7
Anche qui abbiamo la medesima situazione che leggete in ” WINDOWS VISTA “.
L’unica differenza è sulle percentuali statistiche di riuscita nel tentativi di sconfiggere il virus, con Windows 7 sono state di molto superiori rispetto ad XP e decisamente superiori rispetto anche a VISTA.
Se non riuscite a portare a termine la procedura potete, anche in questo caso, scollegare il PC da internet (vedere quanto riportato a tal proposito nella descrizione per Windows XP, quindi ripetere la procedura dall’inizio riavviando e premendo F8.
Se riuscite ad arrivare alla schermata di selezione delle modalità di avvio potete effettuare il ripristino della configurazione di sistema.
Nel caso in cui il PC non si riavii scollegate il collegamento ad internet (scollegate il cavo di rete LAN o spegnete il tasto On/Off della scheda di rete per il collegamento alla rete Wireless nel caso abbiate un notebook predisposto) e ripetete la procedura.
Al termine, se la procedura riesce, dovete proseguire dal punto sottostante a proposito di Malwarebytes (clicca su MALWAREBYTES per scaricare il software).

MALWAREBYTES
Se riuscite a fare il ripristino del sistema operativo (nella sua ultima configurazione funzionante) vi consigliamo di procedere comunque ad una scansione con un antimalware di un certo livello, dato che il malware potrebbe essere ancora nel vostro PC ma in fase “dormiente” (cioè non attivo)!
Quindi ricollegate il PC ad internet e scaricate MALWAREBYTES, installatelo sul vostro PC e avviatelo. Automaticamente partirà l’aggiornamento del software, lasciatelo terminare.
Ad aggiornamento concluso fate partire la scansione, terminata la quale andrete a visualizzare i risultati della stessa.
Ticcate tutte le voci trovate e mettetele in “quarantena”, poi:
- aprite la scheda della quaantena ed eliminate definitivamente i file trovati;
- andate nel cestino del PC e svuotatelo.
Quindi riavviate il computer e verificate che tutto funzioni correttamente.

In conclusione possiamo affermare che un Sistema operativo più evoluto è, già di per sè, un piccolo vantaggio nell’affrontare il virus (cioè questo veicolo infettante ormai tanto conosciuto ed odiato dagli utenti di PC, chiamato Ransomware).

Lo staff di webmaster-roma.com

Clicca sul link per andare all’ –> ELENCO DI TUTTI I VIRUS E DELLE MODALITA’ DI RIPRISTINO DEL PC

________________________________________________________________________________________________________

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI CORRELATI:

Come trovare un virus sul tuo computer –> vai all’articolo

Per la sicurezza del tuo PC contro virus e malware –> vai all’articolo

Come rimuovere il virus di Scotland Yard –> vai all’articolo

Cos’è il virus informatico, il più grande nemico del nostro computer! –> vai all’articolo

Attenti alla truffa della Polizia di Stato e della Polizia Postale e delle Comunicazioni –> vai all’articolo

Tutti i virus malware Ransomware, riepilogo e soluzioni per ripristinare il PC –> vai all’articolo

Attenzione al nuovo virus Guardia di Finanza 2 –> vai all’articolo

Allarme virus della Polizia e del ministero dell’ Interno, come ripristinare il PC! –> vai all’articolo

Guida per la rimozione del virus della Polizia di Stato –> vai all’articolo

I migliori antivirus free 2012 –> vai all’articolo

Come rimuovere il virus della SIAE –> vai all’articolo

Come rimuovere il virus della Polizia di Stato –> vai all’articolo

Come evitare di formattare il PC se avete un virus! –> vai all’articolo

Virus SIAE vi blocca il PC e vi chiede 100 euro, è Ransomware! –> vai all’articolo

Virus: i Carabinieri ti bloccano il PC! –> vai all’articolo

Hai un virus sul PC? Te lo eliminiamo con un intervento on line! –> vai all’articolo

Il virus dei corpi di Polizia colpisce in tutto il mondo! –> vai all’articolo

Allarme virus: i Carabinieri ti bloccano il PC e ti chiedono 100 euro! –> vai all’articolo

Come eliminare il virus della Polizia Postale o Polizia delle Comunicazioni –> vai all’articolo

La truffa della Guardia di Finanza che ti accusa di aver scaricato filmati on line –> vai all’articolo

Attenzione al virus della Guardia di Finanza, ecco come ripristinare il vostro PC! –> vai all’articolo

Windows vi avvisa che è scaduto e dovete attivarlo? Può essere un virus! –> vai all’articolo

Truffa informatica: un virus ti blocca il PC! –> vai all’articolo


  • Webmaster Allarme virus della polizia e del ministero dell’ Interno, come ripristinare il PC

    Salve, innanzitutto grazie per i complimenti, fanno sempre piacere perchè sono un riconoscimento all'impegno del nostro team. Non sempre le nostre guide sono utili al 100% dato che i pirati informatici evolvono continuamente i loro virus. Noi cerchiamo di stare al passo con loro e con la loro evoluzione tecnologica. E di essere utili agli utenti del web. Sono lieto che lei sia riuscito a risolvere il problema. Riguardo agli antivirus purtroppo il fatto che abbiano un gran nome o che siano a pagamento non implica che siano, di fatto, efficaci. Statisticamente ho rilevato che uno del migliori antivirus, che consiglio, è AVG nella versione "AVG Free Edition 2012" (oggi è disponibile l'evoluzione, la versione 2013). E si tratta di un antivirus assolutamente gratuito! Questo dovrebbe far riflettere. Cordialmente, Massimiliano Purinan
    Posted set 21, 2012

  • danilo Allarme virus della polizia e del ministero dell’ Interno, come ripristinare il PC

    Veramente un ottima e lineare guida per la eliminazione del problema. Rimango deluso dal vedere come, pur avendo un antivirus "blasonato",non abbia visto minimamente il virus, e questo mi fa pensare parecchio sull'efficacia di alcuni antivirus a pagamento. Grazie ancora, e vi faccio i complimenti per il sito. Credo possa essere di aiuto per parecchie persone. Un saluto. Danilo.
    Posted set 21, 2012

  • Webmaster Allarme virus della polizia e del ministero dell’ Interno, come ripristinare il PC

    Grazie della precisazione, abbiamo provveduto ad integrare la guida inserendo questa soluzione, che avevamo già testato in precedenza. Cordialmente, lo staff di Webmaster-Roma
    Posted set 15, 2012

  • valentina Allarme virus della polizia e del ministero dell’ Interno, come ripristinare il PC

    Ottima guida, occorre solo una piccola precisazione.. a fine scansione, quando malwarebytes dice di riavviare il pc, bisogna rimandare il riavvio, andare nell'elenco dei file in quarantena ed eliminarli, e solo dopo riavviare il pc. In caso contrario, al riavvio siamo da capo (almeno, per me è andata così) :)
    Posted set 14, 2012

One Response so far.

  1. Giovanni scrive:

    Grazie per le preziose informazioni.

    Giovanni