Come-pagare-il-10-per-cento-di-tasse

Attenti alle truffe con PayPal

Truffe con PayPal

Con l’acuirsi della crisi economica le vendite si stanno sempre più spostando dai negozi e centri commerciali verso il web, più conveniente e con una maggiore scelta nei prodotti e servizi offerti.
L’E-commerce in Italia ha stentato a decollare, al contrario di paesi come quelli anglosassoni o agli Stati Uniti.

Possiamo citare l’esempio di PayPal, in rapido e costante aumento in ambito transazioni on line, ed eBay che è un modello di compra-vendite on line ormai consolidato a livello mondiale.

Oggi anche nel nostro Paese gli imprenditori e le aziende che lavorano e applicano la tecnologia in ambito web ed e-commerce, progettando e realizzando store online, con la certezza di un mercato in continuo sviluppo, sono migliaia.

Con la crescita delle transazioni on line c’è un’altra crescita parallela, quella delle truffe on line.
Molti sono gli espedienti di cui si parla spesso, con i quali abili truffatori informatici riescono ad inserirsi nelle transazioni con vari sistemi, fra cui virus, spamming o comunicazioni false di vario genere. Con il tentativo di carpirci informazioni come i dati di accesso ai conti bancari on line o alle nostre carte di credito.

Fra gli strumenti più diffusi per le transazioni on line c’è, come già citata, PayPal.
Una delle truffe più diffuse con PayPal è quella che descriviamo quì di seguito, che abbiamo raccolto da varie testimonianze sul web.

COME AVVIENE LA TRUFFA:

Mettiamo di dover vendere un nostro oggetto, ad esempio un orologio, e di mettere un’inserzione di vendita su un sito di annunci.
Riceviamo una mail di un potenziale acquirente, che vive all’estero (normalmente il truffatore cita Londra, Lisbona o qualche altra capitale Europea), nella quale ci propone il pagamento tramite PayPal.
Se accettiamo e l’acquisto è fatto da un truffatore, questo può cercare di truffarci in due differenti modi:

1. ci invia indirettamente (in realtà è lui, tramite una casella mail creata ad arte) una comunicazione di PayPal o di una fantomatica banca, che ci informa che i soldi sono a disposizione su un conto vincolato in attesa del Codice (tracking number) del corriere con il quale viaggerà la merce.
Dopodiché ci invierà la richiesta di spedire la merce affermando di aver fatto il pagamento.
Nel caso dell’importo vincolato su conto bancario la tecnica ricalca la realtà delle “lettere di credito” utilizzate per acquisti e vendite di merci e servizi da parte di azienda a livello internazionale, ma sicuramente non è un sistema adoperato per piccoli acquisti tra privati.

2. secondo caso: il pagamento viene fatto realmente sul nostro conto Paypal, in questo caso ci vedremo sottrarre successivamente la somma incassata.
Questo perchè il nostro acquirente, una volta ritirato il bene acquistato, comunica falsamente sia a noi che a PayPal di non aver ricevuto la merce. Di conseguenza PayPal ci sottrae la cifra che abbiamo ricevuto e la riaccredita all’acquirente.

Anche membri del nostro Staff sono stati contattati con queste modalità da fantomatici residenti a Londra.
Per vedere se l’interlocutore è onesto o meno è sufficiente accennare al fatto che siamo anche noi spesso a Londra, e che faremmo volentieri la consegna di persona.
In alternativa possiamo proporre un pagamento tramite bonifico bancario, se l’acquirente accetta gli invieremo il nostro IBAN.
Vedrete che, in entrambii i casi, l’interessato scomparirà più velocemente di come è apparso!

Lo staff di webmaster-roma


  • Webmaster Attenti alle truffe con PayPal

    Salve, purtroppo questo problema e' praticamente irrisolvibile. Nelle transazioni internazionali (in particolare ci riferiamo ad ebay o ad altri portali di compra-vendita, come Chrono24), abbiamo docuto informarci dei rischi nell'uso di Paypall, altrimenti avremmo rischiato di prendere dei bodoni. Il nostro approfondimento e' stato incentivato dall'insistenza di alcuni soggetti che ci chiedevano di acquistare con "urgenza"! Alla fine, vista la situazione, abbiamo posto come condizione il bonifico bancario. Ebbene l'esito e' stato che non si sono piu' fatti sentire. Questo ci ha spinto a pubblicare il nostro articolo. Dovendole dare un consiglio le direi di far contattare Paypall da un avvocato, tramite raccomandata o comunque comunicazione tracciata. Cordialmente, Massimiliano Purinan Webmaster-roma.com
    Posted lug 17, 2012

  • Maurizio Ricci Attenti alle truffe con PayPal

    Io ho accettato per la prima ed " ultima " volta il pagamento tramite PayPal da un personaggio che ha acquistato un prodotto della mia azienda. Il tipo, dopo molti giorni, ha fatto richiesta a PayPal di reclamo, mi sono visto recapitare una e mail da PayPal riguardo il mio conto diventato in rosso perchè la cifra che mi era stata versata e che io avevo già trasferito nella mia banca, era stata a me sottratta di nuovo, Pazzesco. A parte il fatto che l'oggetto venduto è coperto da regolare garanzia e verificato il contenuto non presentatva difetti, ma anche se fosse, visto che la vendita è avvenuta privatamente senza passare dai vari siti, è possibile che PayPal possa fare questo? Altra cosa, mi sapete dire se PayPal dovesse dare ragione al tipo, se può sottrarre denaro dalla mia banca? In questo caso andrei a chiudere il mio conto e dall'avvocato. Grazie a chi mi sa dire qualcosa. Saluti, Maurizio Ricci redwings
    Posted lug 17, 2012

One Response so far.

  1. Marco Ferrari scrive:

    Infatti è sempre bene tenere il browser aggiornato.