Sito-web-ai-primi-posti-su-Google

Come rimuovere il virus della Polizia Postale

Abbiamo ricevuto molte richieste su come rimuovere il virus della Polizia Postale

Per questo abbiamo messo a punto questa guida per la rimozione del virus.

Virus Polizia PostaleLa truffa della Polizia Postale che ti blocca il computer chiedendo il pagamento di 100 euro o l’acquisto di una carta prepagata per lo sblocco si sta diffondendo a macchia d’olio.
La truffa è perpetrata tramite un sofisticao virus.
Una volta entrato in funzione, il virus non lascia la possibilità di agire per neutralizzarlo.

Si tratta dell’ormai famoso malware Ransomware, che consente ai pirati informatici di spaventare le ignare vittime rendendole impotenti e richiedendo un codice di sblocco ottenibile tramite l’acquisto di beni o servizi a pagamento o dietro il pagamento di 100 euro (anche con carte prepagate). Si tratta naturalmente di una vera e propria propria truffa!
Per questo ci raccomandiamo di non pagare assolutamente e di non cadere nel tranello di questi estortori.

Il nostro staff ha messo a punto una Guida di istruzioni per rimuovere il virus della Polizia Postale, trovate il link a questa Guida a fondo pagina.

Se non siete abbastanza pratici degli strumenti informatici e non siete in grado di seguire le procedure che vi indichiamo, il consiglio è di rivolgervi ad un Tecnico specializzato.

In alternativa potete contattare il nostro Servizio tecnico chiamando al cell. 333.2693759 (dalle 9.00 alle 20.00).
Il Servizio è a pagamento, ad un costo variabile da € 10 + Iva (per la richiesta di informazioni e suggerimenti sulla procedura da adottare) a 25 euro + Iva (in caso di intervento on line di ripristino completo dal virus).

La Polizia postale e delle comunicazioni ha ufficialmente comunicato di prestare attenzione a questo virus informatico che blocca il sistema operativo del computer al suo avvio, facendo comparire una schermata con il logo del Cnaipic (Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche), l’ufficio di Polizia impegnato nella prevenzione e repressione dei crimini informatici.

Ovviamente la “vera” Polizia Postale non agisce chiedendo un pagamento per lo sblocco del vostro computer.
Le indagini fin qui condotte fanno risalire la causa ad un server in Ucraina da cui partirebbe la frode, operata con la minaccia che compare sulla pagina stessa, che si riferisce ad un reato commesso a seguito dell’accesso dell’utente a siti contenenti materiale per adulti.

Per gli addetti ai lavori il virus, ovvero il malware Ransomware, nella sua versione 2012, è il medesimo della precedente versione 2011, che agisce facendo entrare un troian nel pc tramite programmi o file scaricati in giro per internet, che successivamente si attivano inibendo il funzionamento del sistema operativo.
Vi consigliamo, se doveste avere a che fare con il virus, di rimanere calmi e agire seguendo la procedura indicata al link di inizio pagina.

Lo staff di Webmaster-Roma

Vai alla GUIDA “COME RIMUOVERE IL VIRUS DELLA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI”.

________________________________________________________________________________________________________

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI CORRELATI:

Per la sicurezza del tuo PC contro virus e malware –> vai all’articolo

Attenzione al nuovo virus Guardia di Finanza 2 –> vai all’articolo

Allarme virus della Polizia e del ministero dell’ Interno, come ripristinare il PC! –> vai all’articolo

Guida per la rimozione del virus della Polizia di Stato –> vai all’articolo

Hai un virus sul PC? Te lo eliminiamo con un intervento on line! –> vai all’articolo

CONDIVIDI L'ARTICOLO