Come-pagare-il-10-per-cento-di-tasse

Con il cloud computing il lavoro di ufficio è sempre più “virtualizzato”!

Sapete cos’è il cloud computing?

Una recente indagine svolta negli USA evidenzia dati piuttosto sconcertanti sulla reale conoscenza del concetto di cloud computing.

Infatti, nonostante sia utilizzata quotidianamente dagli utenti del web (navigando su Facebook, Youtube e altri servizi vengono utilizzati servizi in cloud), solo il 16% degli intervistati ha risposto correttamente alle domande poste. Questo dimostra lo scarso livello di conoscenza della tecnologia adottata e del suo concetto di concetto di funzionamento.

Il Cloud computing è una esternalizzazione di funzionalità e di archiviazione dati verso la rete, funzionalità che, in gran parte, venivano svolte in precedenza in strutture informatiche interne.
In sostanza, la funzione che in passato veniva svolta dal server di rete interno di una struttura informatica, oggi è allocato sulla rete web, per mezzo di un server web e di un collegamento ad internet.
Parliamo degli archivi informatici, organizzati in memorie contenenti cartelle e documenti ma anche database di dati.

E lo sviluppo di questa fondamentale tecnologia ci consente anche di esternalizzare funzionalità operative, come ad esempio l’utilizzo di software gestionali che non sono più installati sul nostro computer, bensì sul server web, consentendo di usufruirne tramite un qualsiasi PC collegato in rete, anche se non dispone di software di interfaccia installati (l’interfaccia è installata direttamente sul server web).

Cloud computingIl sistema del cloud computing è composto da 3 diversi soggetti:
• Il cloud provider, che fornisce i servizi Cloud, come server virtuali, storage, applicazioni e gestionali secondo un modello “pay-per-use”;
• Il Cliente amministratore che sceglie e configura i servizi offerti dal fornitore, generalmente offrendo un valore aggiunto come ad esempio applicazioni software;
• Il cliente finale, cioè chi utilizza i servizi forniti e configurati dal cliente amministratore.
In determinati casi d’uso il cliente amministratore e il cliente finale possono coincidere, ad esempio usufruendo di un servizio di storage per effettuare il backup dei propri dati, il cliente finale può provvede anche a configurare il servizio.

L’architettura del cloud computing prevede uno o più server reali, generalmente in architettura ad alta affidabilità e fisicamente collocati presso il data center del fornitore del servizio.

Il cliente amministratore utilizza le interfacce, realizzate dal fornitore dei servizi di cloud computing, per selezionare il servizio richiesto (ad esempio un server virtuale completo oppure solo un semplice servizio di storage) e per amministrarlo (svolgendo la configurazione). Il cliente finale utilizza il servizio configurato dal cliente amministratore.

Lo staff di Webmaster-Roma

Post Tagged with , ,

    No comments to display