Come-pagare-il-10-per-cento-di-tasse

Google Panda il nuovo algoritmo di Google

Sicuramente avrete sentito parlare in questi ultimi tempi di Google Panda, entrato in funzione in Italia intorno a metà Agosto (mentre programmatori e webmaster erano in vacanza), ma di cosa si tratta pochi lo sanno.
Google Panda è il nuovo algoritmo del più famoso motore di ricerca che riesce a classificare i siti web in base alla qualità dei suoi contenuti.

L’obiettivo di Google è, infatti, penalizzare i siti con scarso contenuto che non sono di utilità ai navigatori e premiare, invece, quelli che hanno contenuti qualitativamente migliori.
Per fare questo Google ha predisposto un sistema di rilevamento di dati statistici tramite focus group, chiedendo agli utenti di scegliere gli elementi di valutazione che ritenevano più importanti e di valutare la serietà, l’affidabilità e la qualità dei contenuti di un sito.
Le risposte date dall’utenza sono state trasformate in algoritmi in grado di porre i siti con scarso contenuto in una posizione di svantaggio rispetto agli altri e in grado di porre ai primi posti i siti che danno un reale servizio alla comunità del web.

Le variabili introdotte da Google possono essere così sintetizzate:

1. Penalizzazione di contenuti scarsi e superficiali: le voci che girano affermano che Google darà un vero e proprio giudizio editoriale ai contenuti pubblicati che, quindi, per godere di un buon posizionamento dovranno essere completi e di qualità;

2. Qualità prima della quantità: I siti imbottiti di parole chiave non avranno più l’effetto di visibilità, meglio un’analisi accurata che sviluppa tematiche in maniera chiara ed esaustiva;

3. Non troppa pubblicità: Alcuni indicatori sapranno capire se le pubblicità inserite sono sproporzionate rispetto ai contenuti presenti;

4. Nuovo ruolo del navigatore: se prima erano le keywords e i link ad aiutare la visibilità di un sito ora sono i pareri raccolti direttamente dagli utenti che determinano la qualità del sito;

5. Importante il Web Design: la funzionalità e la gradevolezza sono i fattori che, subito dopo la qualità dei contenuti, saranno presi maggiormente in considerazione per la visibilità sul web.. anche l’occhio vuole la sua parte.

In sostanza possiamo affermare che la SEO sta per diventare definitivamente un’attività per la quale sono indispensabili professionalità e capacità di inserire contenuti e grafica altamente qualitativa. Chi lavora nel mondo del Web è avvisato: in un mondo sempre più globalizzato la corsa al miglioramento è quotidiana e chi rimane indietro è perduto!


    No comments to display