Come-pagare-il-10-per-cento-di-tasse

Hosting web, acquistarli tramite web agency o fare da soli?

Cosa intendiamo con questo titolo? Non è difficile.
Se vogliamo realizzare un sito web e ci affidiamo ad un’agenzia, è molto frequente che ci venga proposto oltre la realizzazione l’acquisto dello spazio web su cui realizzare il sito.
Bene a seconda dei casi, va detto che può essere molto vantaggioso affidarsi ad un’agenzia, che spesso ci darà la possibilità di alloggiare il nostro sito sui loro server a costi molto vantaggiosi. Non sempre però troveremo questa gentilezza, e anzi molti penseranno di aver trovato il pollo di turno su cui poter caricare un prezzo aggiuntivo al reale prezzo dell’hosting.
Cosa intendiamo? Che non è sempre vero che il nostro sito web verrà alloggiato sui loro server. Bensì l’agenzia potrebbe farci credere questo e invece acquistare uno spazio su spazi messi a disposizione da terze aziende.
Ci verrà chiesto magari di spendere 50 o 100 euro l’anno quando magari il costo reale di quello che abbiamo bisogno si aggira intorno ai 20-30 o 40 euro totali, non di più.
Ovviamente ogni progetto web ha bisogno del giusto servizio, a seconda delle visite previste, del tipo di contenuti, della banda giornaliera prevista.. e così via.
Perché un’agenzia dovrebbe caricare il prezzo?
Semplice, se guadagnasse anche soltanto 30 euro da ogni rivendita e facesse questo giochino per una cinquantina di clienti, sarebbero 1500 euro intascati con facilità.. senza far proprio nulla.
Quel che vogliamo quindi consigliare è innanzitutto farsi fare una consulenza gratuita riguardo ciò di cui avete bisogno. E dopo?
Dopo aver ricevuto dati e informazioni reali, informarsi sul reale costo di un hosting, non accettare quindi sempre a priori la rivendita. Sappiamo che non è facile trovare chi ci darà queste informazioni gratuitamente ma se ne avete bisogno lo faremo noi, senza alcun problema.

Conviene sempre acquistare personalmente il servizio di cui abbiamo bisogno, magari sotto la guida dell’agenzia per avere conferma che quel che stiamo acquistando faccia al caso nostro.
Immaginate di volere un portale simile a questo: un magazine dove voler fornire informazioni ai propri lettori. Potrebbe servire molto spazio voi penserete, e probabilmente dovremo gestire più utenti connessi contemporaneamente quindi la scelta del servizio non dovrebbe essere scadente e soddisfare almeno queste tre necessità:

  • spazio web;
  • spazio database;
  • banda destinata al traffico web.

Bene! Per i primi due anni, potrebbe tranquillamente bastarvi un hosting condiviso e potreste spendere massimo tra i 15 euro + iva e i 40 euro + iva, a seconda del servizio che sceglierete.

Tra gli hosting più diffusi e utilizzati ci sono innanzitutto Netsons e Aruba, soprattutto per quanto riguarda il rapporto economia prezzo.
Su Netsons è possibile acquistare un hosting condiviso a 15 euro + iva.
Su Aruba è leggermente più costoso ma è comunque garantita la qualità. Il problema è che per un sito simile a questo dovreste acquistare due servizi: un hosting linux e separatamente i database, arrivando a spendere 27,66 euro + iva.
Altro hosting molto interessante e che sta trovando larga diffusione è OVH dove con 29 euro circa l’anno (iva inclusa) ci si assicura un servizio di vera qualità.

Per un sito vetrina, per un e-commerce di piccole dimensioni, per servizi che necessitano di poce pagine andrà quindi benissimo uno degli hosting citati quì sopra!

Perché queste informazioni?

Per essere trasparenti.
Per dimostrare che se si fanno le cose con criterio si può risparmiare.
Per riportare degli esempi reali e fornirvi subito delle possibili scelte.
Per ribadirvi che qualora ne aveste bisogno potete contattarci per una consulenza gratuita, ed eventualmente, solo se vorrete per la realizzazione di un sito web.

Speriamo che abbiate gradito i nostri consigli. Adesso a voi la scelta
Link | Netsons
Link | Aruba
Link | OVH

Post Tagged with ,

    No comments to display